Sono una home stager certificata HSP (Home Staging Professional) capace di valorizzare una casa o un appartamento a costi molto più contenuti di un architetto.

Instagram feed

+39 338 126 6916 | +39 334 131 0335
info@clairedresseno.it | giorgiapelliccia1@gmail.com

Blog

HomeHome stagingAd ogni ambiente il suo colore
Colore

Ad ogni ambiente il suo colore

Occupandomi di home staging ho approfondito molto gli effetti del colore sulla percezione dello spazio e degli ambienti. È stato ormai ampiamente dimostrato, infatti, che il colore non ha solo una valenza estetica, bensì le onde luminose esercitano degli effetti anche sui nostri stati d’animo.

L’armonia di una casa, di uno spazio commerciale o di un ufficio, dunque, può essere valorizzata — o al contrario, compromessa — dall’utilizzo di un colore specifico in grado di accentuarne le caratteristiche. Che si tratti di uno spazio dedicato al riposo, allo svago, allo studio, ecc., la prevalenza di un determinato colore in una stanza deve essere il frutto di una scelta consapevole e ponderata.

Per questo motivo voglio condividere con voi gli aspetti principali che riguardano la scelta di un colore concentrandomi sulle sensazioni e gli stati d’animo che esso trasmette nei vari ambienti. I testi che trattano questo tema sono numerosi (trovate le note bibliografiche in calce), per questo ho preparato un articolo di facile consultazione dividendo i colori maggiormente usati in “caldi”, “freddi” e “non-colori”.

Colori caldi

Rosso
Il rosso è un colore molto stimolante che richiama la passione, l’energia e la vitalità. Si usa per
rendere un ambiente vivace e accattivante poiché stimola il sistema nervoso. Per questo motivo è poco raccomandabile utilizzarlo nelle zone notte o nelle stanze dedicate al riposo, rappresenta invece una scelta interessante per i dettagli d’arredo e per le zone giorno. Se utilizzato per pitturare è consigliabile utilizzarlo per una sola parete (non per l’intera stanza) in modo da ottenere un effetto vivace e di contrasto senza però creare un ambiente che altrimenti stancherebbe troppo.

Arancione
È un colore associato al movimento, all’ottimismo e all’equilibrio. Secondo la psicologia del colore,
inoltre, è legato alla comunicazione – quindi anche alle interazioni sociali – e alla fiducia. Per questo motivo è ottimo per gli ambienti in cui si riunisce la famiglia, come il salotto o la cucina, oppure per i locali pubblici in cui si vuole creare un ambiente informale. Attenzione solo a non abbinarlo ad altri colori caldi quali il giallo o il rosso altrimenti si rischia di creare un ambiente eccessivamente stimolante.

Giallo
Il giallo è il colore dell’energia solare, dell’allegria e dell’amicizia. Lo stimolo che produce è di tipo
energizzante ma non aggressivo, per questo è ideale per ambienti dedicati allo studio oppure per l’ufficio, ma è ottimo anche per gli ambienti di socializzazione (come l’arancione). È inoltre molto utile per dare luminosità alle zone della casa un po’ più scure, ad esempio corridoi bui o stanze senza finestre.

Marrone
Nelle sue varie tonalità è il colore della natura, psicologicamente veicola protezione. Un ambiente marrone richiama la comodità e la sicurezza, ottimo quindi per ambienti quali il salone dove, grazie alla sua “neutralità calda” può essere abbinato a molte tinte. La peculiarità del marrone è che, in caso di abbinamento con altri colori, saranno questi a declinarne maggiormente il tono: le tinte più fredde lo “spengono” mentre quelle calde ne risaltano la natura di colore caldo.

Colori freddi

Verde
Comincio la sezione dedicata ai colori freddi con l’altro colore legato alla natura, il verde. Esso rappresenta la crescita, la vita e trasmette un senso di pace, sicurezza e relax: le sue onde luminose, infatti, sono in grado di rilassare l’occhio se eccessivamente stimolato da parte di colori caldi. È ottimo da impiegare nelle zone bagno anche attraverso complementi d’arredo quali asciugamani o decorazioni a mosaico. Non è un caso che, assieme all’azzurro, sia molto utilizzato nelle spa e nei centri benessere.

Blu
Tra i colori freddi il blu è quello più sobrio e neutro, possiede un effetto calmante e invita al riposo.
Psicologicamente trasmette quiete, pace e calma, per questo è ottimo soprattutto per le pareti delle camere da letto dei bambini, magari abbinato a complementi d’arredo dai toni caldi in modo da non “spegnere” troppo la stanza.

Viola
Il viola è un colore freddo nella sua tonalità scura ma può diventare quasi caldo nella sua tonalità chiara di violetto. E’ associato al mistero, alla spiritualità (nel Cristianesimo è il colore dei paramenti liturgici) e alla ricchezza in quanto una volta, grazie al suo costo elevato, veniva molto utilizzato per gli abiti dei re e dei principi. Un po’ come il blu possiede un effetto calmante, la sua peculiarità infatti è quella di riunire l’effetto stimolante del rosso con il potere tonificante dell’azzurro. Negli ambienti domestici è meglio utilizzarlo con moderazione, magari per una sola parete, in quanto può risultare impegnativo e rischia di trasmettere un’immagine di pacchiano.

Grigio
In quanto unione di bianco e nero il grigio risulta essere un colore particolarmente neutro. Tendenzialmente viene associato ai concetti di equilibrio e raffinatezza, soprattutto nel suo tono più chiaro, psicologicamente trasmette un senso di sicurezza e indipendenza. È adatto sia per gli uffici che per gli ambienti domestici a patto di combinarlo con qualche colore dal tono allegro.

Non colori

Bianco
Il bianco è la somma di tutti i colori dello spettro luminoso, per questo risulta essere il colore più
puro e neutro in assoluto. Psicologicamente dona un senso di pace e purezza, trasmette ordine e pulizia.
Una delle sue caratteristiche più rilevanti per quanto riguarda gli ambienti chiusi è che, riflettendo tutti i colori, dona luminosità ad ogni spazio. Non si può mai sbagliare scegliendo il bianco per la propria casa, il mio consiglio è di abbinarlo a dettagli vivaci in modo da personalizzare l’ambiente altrimenti si rischia di creare una casa troppo neutra e priva di carattere.

Nero
Il nero, al contrario del bianco, assorbe tutte le onde luminose per questo è assenza totale di colore. Tradizionalmente è associato alla formalità e alla solennità, oltre che all’eleganza, psicologicamente trasmette anche un senso di mistero. È ottimo per ambienti e sale raffinate con decorazioni ricercate. In particolare trasmette eleganza se abbinato al bianco, all’oro o all’argento, diventa una scelta più eccentrica se abbinato a colori vivaci in forte contrasto. In entrambi i casi è comunque preferibile non utilizzarlo in grandi quantità in quanto assorbe totalmente la luce, una sola parete può bastare.

Riferimenti bibliografici e spunti di lettura

Il Simbolismo dei Colori – Claudio Widmann
La Persona a Quattro Colori, La via dell’equilibrio interiore – Max Lüscher
Il colore della luna. Come vediamo e perché – Paola Bressan

Sono una home stager certificata HSP (Home Staging Professional) capace di valorizzare una casa o un appartamento a costi molto più contenuti di un architetto.

POSTA UN COMMENTO